Superlega, anche Agnelli cede: "Non si può andare avanti"

Primo Piano
·6 minuto per la lettura

A poco più di 48 ore dal comunicato che ne annunciava la nascita, la Superlega naufraga. Dopo la defezione dei sei club inglesi coinvolti, rinunciano anche Inter, Milan e Atletico Madrid. In mattinata le parole di Andrea Agnelli, presidente della Juventus e co fondatore del progetto: "La Superlega non esiste più senza i club inglesi". Di seguito tutte le ultimissime news sulle decisioni delle big europee...

LE NOTIZIE DI MERCOLEDI' 21 APRILE IN TEMPO REALE

Ore 16.47 - Il patron del Liverpool si scusa con i fan in un video | “Voglio scusarmi con tutti i fan e i tifosi del Liverpool Foootball Club per la spaccatura che ho causato nelle ultime 48 ore", ha detto John W Henry

Ore 16.15 - Gb, Downing Street ad Agnelli "inglesi fuori, Brexit non c'entra" | Downing Street ha rigettato seccamente le affermazioni di Andrea Agnelli secondo cui l'opposizione del premier Boris Johnson alla Superlega sarebbe stata motivata dal timore che il coinvolgimento di 6 club inglesi in un'iniziativa europea potesse essere interpretata come uno schiaffo "alla Brexit".

Ore 15.22 - Francia, governo: "Non senso sportivo assoluto" | Il progetto nato e subito fallito di una Superlega del calcio europeo è "un non senso sportivo assoluto" ha detto il portavoce del governo francese, Gabriel Attal, al termine del Consiglio dei ministri che si è tenuto all'Eliseo.

Ore 14.30 - Superlega flop, stampa europea celebra "vittoria tifosi" | La stampa europea saluta la "vittoria dei tifosi" contro una Superlega europea diventata "super ridicola" dopo l'uscita dei club inglesi dal progetto.

Ore 14.00 - Juve: "Ora ridotte possibilità realizzarla" | "Pur rimanendo convinta della fondatezza dei presupposti sportivi, commerciali e legali", la Juventus ritiene che il progetto Superlega "presenti allo stato attuale ridotte possibilità di essere portato a compimento nella forma in cui è stato inizialmente concepito". Lo precisa il club, commentando in una nota l'intenzione di alcuni club di abbandonare il progetto. "La Juventus rimane impegnata - aggiunge la nota - nella ricerca di costruzione di valore a lungo termine per la Società e per l'intero movimento calcistico".

VIDEO - Flop Superlega, Agnelli: “Finisce qui”

Ore 13.35 - Superlega, passo indietro Milan: "Sensibili a voce tifosi" | La voce e le preoccupazioni dei tifosi in tutto il mondo rispetto al progetto di Super League sono state forti e chiare, e il nostro Club deve rimanere sensibile e attento all'opinione di chi ama questo meraviglioso sport": lo scrive il Milan in un comunicato in cui fa un passo indietro nella sua partecipazione alla Superlega.

LEGGI ANCHE: Agnelli non molla la Juve, ma c'è l'ombra di Nasi: chi è il numero 2 di Exor compagno della Seredova

Ore 12.49 - Ue: "Vince il buon senso, no al calcio per pochi" | "Una vittoria del buon senso. Il calcio europeo non è per pochi privilegiati". Lo scrive su Twitter il vice presidente della Commissione Ue Margaritis Schinas commentando il naufragio della Superlega.

LEGGI ANCHE: Superlega flop, stampa europea celebra "vittoria tifosi"

Ore 12.20 - Anche l'Atletico Madrid si sfila | Anche l'Atletico Madrid si sfila dalla Superlega. Lo annuncia lo stesso club spagnolo in un comunicato nel quale annuncia di ritirarsi dal progetto.

LEGGI ANCHE: Superlega, Agnelli: "In tanti mi hanno chiamato per entrare". Poi risponde a Ceferin

Ore 12.15 - Inter conferma: "Non facciamo più parte progetto Superlega" | "FC Internazionale Milano conferma che il Club non fa più parte del progetto Super League". Con una nota ufficiale il club nerazzurro ribadisce quanto anticipato all'ANSA in nottata. "Siamo sempre impegnati a dare ai tifosi la migliore esperienza calcistica; l'innovazione e l'inclusione sono parte del nostro DNA fin dalla nostra fondazione. Il nostro impegno con tutte le parti interessate per migliorare l'industria del calcio non cambierà mai". 

VIDEO - Il progetto SuperLeague naufraga, il web se la ride

Ore 12.10 - Juventus crolla in Borsa dopo Agnelli su Superlega (-12%) | Amplia il calo la Juventus in Piazza Affari dopo le parole del presidente Andrea Agnelli sulla fine del progetto Superlega senza le squadre inglesi. Il titolo arriva a perdere il 12,35% a 0,76 euro. 

Ore 11.37 - Agnelli: "La Superlega non esiste più senza i club inglesi" | Il progetto della Superlega non esiste più senza i club inglesi. Lo ammette alla France Presse l'entourage del presidente della Juventus Andrea Agnelli. Parole confermate all'ANSA da un portavoce dello stesso Agnelli.

Ore 11.00 - Ritiro Inter, festa tifosi nerazzurri sui social | I tifosi dell'Inter in festa sui social per il club nerazzurro che ha deciso di abbandonare il progetto della Superliga. I supporter nerazzurri sono felici soprattutto per il fatto di essere stati il primo club italiano, tra i tre che hanno aderito (come Milan e Juve) a lasciare il gruppo dei dodici come già fatto dai club inglesi. 

SFOGLIA LA GALLERY: Nasce la Superlega e il web si scatena: pioggia di meme

Ore 10.25 - Proprietario Liverpool: "Mi scuso con tifosi e giocatori" | "Voglio scusarmi con tutti i tifosi e i tifosi del Liverpool Football Club per il disagio che ho causato nelle ultime 48 ore". Inizia così un lungo intervento rivolto ai tifosi dei Reds, di John W. Henry, proprietario del Liverpool, attraverso il sito ufficiale del club.

Ore 09.41 - Furia Cairo: "Voglio sanzioni esemplari, Agnelli in malafede" | Il presidente del Torino, in un'intervista al Corriere della Sera, dice la sua sul progetto Superlega  

VIDEO - SuperLeague, Ceferin (Uefa) attacca

Ore 09.22 - Boris Johnson: il risultato giusto per i tifosi | "Accolgo con favore l'annuncio di ieri sera. Questo è il risultato giusto per i tifosi, i club e le comunità di tutto il paese. Dobbiamo continuare a proteggere il nostro amato gioco nazionale". Così su twitter il premier inglese Boris Johnson plaude alla decisione dei sei club inglesi di rinunciare alla Superlega.  

VIDEO - Superlega, proteste prima di Chelsea-Brighton

Ore 08.44 - Superlega: "Noi nel giusto, ma progetto da rimodellare" | "La situazione attuale nel calcio europeo necessita di un cambiamento. Una nuova competizione serve perché il sistema non funziona, la nostra proposta è pienamente conforme alle leggi. Ma alla luce delle circostanze attuali valuteremo i passi opportuni per rimodellare il progetto". Lo afferma, in sintesi, la Superlega nella bozza di una nota ufficiale circolata in nottata.  

Ore 08.23 - Agnelli va avanti: "Sulla Super League c'è un patto di sangue" | “Fra i nostri club c'è un patto di sangue, il progetto della Superleague ha il 100 per cento di possibilità di successo, andiamo avanti”, ha ribadito il numero uno della Juventus.

VIDEO - Pirlo: "Agnelli ci ha spiegato il progetto Superlega..." 

Ore 8.00 - Inter: "Noi non più interessati" | "Il progetto della Superlega allo stato attuale non è più ritenuto di interesse dall'Inter". Lo ha appreso l'ANSA da fonti neroazzurre alla fine della riunione d'urgenza dei 12 club fondatori del progetto.   

Ore 07.30 - Tutte e sei le inglesi rinunciano | Dopo la defezione del Manchester City anche gli altri cinque club inglesi, coinvolti nella creazione della Superlega, si sono ritirati dal controverso piano. Chelsea, Manchester United, Arsenal, Tottenham e Liverpool hanno deciso di non far parte della nuova competizione.

VIDEO - Super League momentaneamente negli spogliatoi. Il grande bluff?