Superlega: Luca Percassi, 'mai chiesto esclusione di Juve, Inter e Milan da Serie A'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Bergamo, 21 apr. – (Adnkronos) – "Le recenti parole del presidente Uefa Ceferin certificano il lavoro della nostra società. Abbiamo bisogno di club come l'Atalanta, tutti devono avere l'occasione di vincere. Il calcio deve essere imprevedibile, ciò lo rende meraviglioso. L'Atalanta ritiene di sostenere la meritocrazia. Sono state scritte delle falsità: Milan, Inter e Juve sono società importanti, devono assolutamente far parte della serie A, non ne abbiamo chiesto l'esclusione". Lo dice l'amministratore delegato dell'Atalanta, Luca Percassi, in merito alla Superlega, nata e morta nel giro di 48 ore.

"Questa è un’occasione utile, con uno scossone simile dobbiamo raccogliere delle opportunità -prosegue Percassi a margine del rinnovo della partnership con Brembo-. Siamo nella Uefa per imparare, ma dobbiamo migliorare qualcosa del calcio italiano. Non parliamo mai di calcio. Dal nostro punto di vista la storia dei fondi era una vergogna assoluta, noi abbiamo bisogno di parlare di calcio. È un argomento che in assemblea manca. Abbiamo preso delle posizioni forti rispetto all’operazione dei fondi, è contro ogni logica".

Si aspetta le dimissioni di Agnelli? "Secondo me no. È una domanda particolare, all'interno di un percorso ognuno è libero di comportarsi come crede. Non posso giudicare ciò che un presidente fa. C'è bisogno di tutti e dell'esperienza di tutti, basta", conclude l'ad nerazzurro.