**Superlega: Sgarbi, 'è un crimine di stampo mafioso nello sport, proibirla per legge'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 apr. (Adnkronos) – La superlega? "E' un crimine, un'associazione di stampo mafioso, una forma di mafia nello sport. E' una cosa totalmente negativa e va proibita per legge. E' un'associazione a delinquere che privilegia solo alcuni, crea dei cartelli rispetto alla libertà nello sport, che è arte". E' la secca opinione di Vittorio Sgarbi, tifoso juventino, che commenta così all'Adnkronos l'annuncio di una superlega europea di cui farebbe parte, insieme agli altri club italiani Milan e Inter, anche la Juventus.

"E' la negazione dello sport, la negazione della gioventù, la negazione dell'arte, la negazione di tutto. Se tu stabilisci una classe 'A' in cui per titoli arriva qualcuno, togli ai giovani la possibilità di essere quelli che si mostrano per la o capacità di competere – affonda il deputato – Lo sport è competizione. Non si può fare una classe che favorisce i vecchi pittori, devi favorire i giovani. Se tu prendi le squadre patinate e le metti nella Superlega, un giovane è senza speranza".