"Superpoteri" al Mef. Scontro sul Dl Rilancio

Le opposizioni in commissione Bilancio della Camera hanno protestato per la norma, contenuta nell'emendamento del governo al dl rilancio, che modifica la legge di contabilità assegnando poteri straordinari al ministro dell'Economia. La seduta appena iniziata è stata quindi sospesa ed è stato convocato l'ufficio di presidenza per stabilire come procedere con i lavori.

Le opposizioni hanno chiesto di valutare l'ammissibilità della norma, di richiedere il parere della Commissione Affari costituzionali e dell'Ufficio parlamentare di bilancio.

Nel corso dell'ufficio di presidenza si deciderà inoltre se richiedere uno slittamento dell'eventuale seduta notturna dell'Aula per lasciare più tempo all'audizione del ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, in programma per le 19 questa sera. 

La presidenza della commissione dovrà ora valutare l'ammissibilità dell'emendamento del governo che assorbe il dl cig in cui è contenuta anche la norma sui cosiddetti 'superpoteri' del Mef che ha creato polemica. Il termine per i subemendamenti è stato fissato intanto per domani alle 12. Il relatore Luigi Marattin (Iv) al termine della seduta ha spiegato che "si sta sfrondando" e che il pacchetto dei relatori dovrebbe arrivare entro oggi.

Dovrebbe slittare ancora l'approdo nell' Aula della Camera del dl rilancio. Secondo quanto si apprende, l'ufficio di presidenza della commissione Bilancio della Camera, impegnata nell'esame del decreto, ha ridefinito il calendario dei lavori prevedendo di rinviare la chiusura dei lavori in commissione alla serata del 30 giugno e consentire l'approdo in Aula tra giovedì 2 e venerdì 3 luglio. La seduta della commissione prevista per sabato dovrebbe quindi essere sconvocata e rinviata a domenica pomeriggio.