SuperThursday, BoJo teme scherzi solo dalla Scozia

·Contributor
·2 minuto per la lettura
(Photo: HANNAH MCKAY via Getty Images)
(Photo: HANNAH MCKAY via Getty Images)

Le elezioni più importanti della storia scozzese. Non usa mezzi termini la first minister Nicola Sturgeon per sottolineare il peso di un voto dai possibili risvolti epocali per l’intero Regno Unito. Sono 48 milioni i britannici chiamati al seggio per eleggere 143 consigli comunali, 129 deputati del Parlamento scozzese, 60 deputati del Parlamento gallese e i sindaci, tra gli altri, di Londra, Bristol, Liverpool.

Senza alcun dubbio, però, l’attenzione è tutta rivolta a nord del Regno, dove l’eventuale maggioranza assoluta dello Scottish National Party (Snp) sarebbe il rilancio del progetto politico di un nuovo referendum indipendentista. Per richiederlo, prima o dopo, deve avere la forza politica, e quindi elettorale, per potersi porre in una posizione diversa di fronte al governo di Boris Johnson che, da parte sua, continua a respingere fermamente un nuovo voto popolare. “L’integrità del Regno Unito rientra tra le reserved matters, quindi in quelle che non possono essere risolte dalle amministrazioni locali”, spiega ad Huffpost Antonio Villafranca, co-head dell’area Europa e Governance globale presso Ispi. “La mozione di indipendenza deve prima essere votata dal Parlamento scozzese e poi passa nelle mani di Westminster”. Solo quando le due Camere l’hanno approvata, la mozione arriva sul tavolo della Regina per la firma finale.

Un procedimento lungo, complesso. Al momento, secondo un sondaggio riportato da The Scotman che vede il partito di Sturgeon in testa senza rivali, sui 129 seggi totali quelli mancanti all’Snp per arrivare alla maggioranza assoluta sono sei. Rispetto a un mese fa, il consenso per il partito indipendentista è calato di un paio di punti percentuali, finiti nelle braccia dei conservatori di Douglas Ross e dei laburisti di Anas Sarwar, fermi chi al 23% e chi al 19%. Percentuali basse, insomma, per sperare in una vittoria. Certo, quest’ann...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli