Surreale vicenda in Calabria dove un uomo in due anni accumula centinaia di verbali

Le multe per lui arrivavano ad un morto
Le multe per lui arrivavano ad un morto

Colleziona 160 multe intestate ad una morta ma lui è ricco, ecco il sunto della surreale vicenda in Calabria dove un uomo in due anni accumula centinaia di verbali ma non se li vede contestare perché in realtà arrivavano ad una defunta. Il dato è che quell’uomo in poco meno di due anni anni aveva accumulato oltre 160 verbali. Si trattava di contestazioni a vario titolo per una gamma di infrazioni al codice della strada.

Colleziona 160 multe intestate ad una morta

Quelle multe erano state elevate dagli agenti del Comando di polizia municipale di viale Aldo Moro a Reggio Calabria. Tuttavia, poiché il veicolo con il quale circolava era intestato “ad una congiunta defunta”, l’uomo evidentemente pensava evidentemente di farla franca. Dopo una serie di controlli incrociati e servizi mirati il trasgressore è stato intercettato e convocato presso la Caserma del Corpo.

Le verifiche, i controlli e il “bingo”

Proprio in quella sede e dopo le procedure di rito all’automobilista è stata ritirata la carta di circolazione del veicolo in uso. Ma su quanto l’ha fatta franca l’uomo? “Il debito con l’ente ammonta a circa 13.000,00 euro che la Polizia Locale intende riscuotere con ogni mezzo atteso che il trasgressore seriale gode di una posizione economica agiata”.