A Sutri torna il Festival di Musica da Camera 'I Tramonti di Tinia' con Beatrice Rana

(Adnkronos) - Premiata con il Premio Efebo 2021 come eccellenza, il Festival di Musica da Camera “I Tramonti di Tinia” ritorna per la sua seconda edizione con sei concerti, dal 19 al 26 giugno, nei territori di Sutri (VT) e in particolare in uno dei suoi fiori all’occhiello, l’Azienda Agricola Spada. Saranno il meraviglioso noccioleto dell’Azienda e la sua terrazza panoramica che domina i vasti campi di nocciole a ospitare sia i concerti del mattino che quelli al tramonto. E per la prima volta, quest’anno, il festival si sposterà anche in altre due location: i giardini di Villa Savorelli e Palazzo Doebbing. Ospite d’eccezione, la pianista Beatrice Rana, che sarà protagonista del concerto di sabato 25 giugno alle ore 19.

Il focus del Festival sarà la musica dell’Est Europa con un programma che impagina musiche di Čajkovskij, Stravinskij, Rachmaninoff, Chačaturjan e Šostakóvič, ma anche di autori che nella tradizione musicale italiana sono meno eseguiti, come Sergej Taneev e Nikolai Kapustin. I sei concerti di musica da camera vanteranno la partecipazione di artisti di calibro internazionale come, oltre a Beatrice Rana, Timotheos Petrin, Kevin Spagnolo, Roman e Milena Simovic, David e Diego Romano, Mario Montore, Alessio Pianelli e tanti altri. Inoltre, l’Accademia Avos Project, organizzatrice dell’evento, offrirà ad alcuni dei suoi migliori giovani talenti la possibilità di esibirsi con nomi già affermati: tra le altre, due formazioni emergenti, il Quartetto Klem e l’Ares Trio.

Dopo il successo ottenuto lo scorso anno, con i concerti tutti sold out, i due direttori artistici, Massimo Spada e Salvatore Terracciano, hanno voluto riproporre la formula sperimentata con successo nella prima edizione: fondere la grande musica da camera con un paesaggio unico, un fortunato miscuglio tra boschi e agricoltura biologica, adagiato tra le colline che circondano l’antica città di Sutri perché “da tempi immemori già gli etruschi, ad ogni equinozio di primavera, organizzavano in queste Valli grandi festeggiamenti in onore della loro più grande divinità, Tinia, chiamati dagli studiosi Thesan Tins (l’Aurora di Tinia)” affermano i due direttori artistici.

Si rafforza il rapporto con il Comune di Sutri, che quest’anno ospiterà l’anteprima del Festival, con un doppio appuntamento in programma domenica 19 giugno a Palazzo Doebbing: alle ore 18.00 il sindaco di Sutri, Vittorio Sgarbi, e la musicologa Gaia Vazzoler terranno una conferenza sulla mostra “Eccentrici e Solitari”, che ospita opere di rara presenza con artisti straordinari come Gaetano Pesce e Gianfilippo Usellini, e alle ore 19.30 primo appuntamento musicale con due giovani artisti al pianoforte, Francesco Bravi e Adriano Leonardo Scapicchi, che eseguiranno Petruška, di Igor’ Stravinskij nella versione dell’autore per pianoforte a quattro mani.

A seguire, Massimo Spada al pianoforte e Diego Romano al violoncello si cimenteranno nella Sonata in sol min, per violoncello e pianoforte, Op. 19 di Sergej Rachmaninoff. Il programma proseguirà in Azienda Spada con un concerto mattutino (domenica 26 alle ore 11) che si terrà nel noccioleto, dove il pubblico potrà sedere intorno agli artisti, e tre concerti al tramonto sulla terrazza panoramica (venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 alle ore 19). Unico appuntamento nel Giardino di Villa Savorelli, quello di sabato 25 alle ore 11. I concerti serali saranno introdotti da Gaia Vazzoler e ogni concerto sarà seguito da una degustazione di prodotti enogastronomici, eccellenze del territorio della Tuscia, come i pregiati vini dell’Azienda Trebotti, o i raffinati olii del Frantoio Presciuttini.

Il festival entra nel vivo con il primo concerto di venerdì 24 alle ore 19 che vede come protagonisti i musicisti dell’Ares Trio impegnati nel Trio in fa min. per violino, violoncello e pianoforte di Arno Babadžanjan e Mirei Yamada (violino), Timotheos Petrin (violoncello) e Mario Montore (pianoforte) che eseguiranno il celeberrimo Trio in la min. per violino, violoncello e pianoforte, Op. 50 di Pëtr Il'ič Čajkovskij. Sabato 25 alle ore 11 appuntamento nel giardino di Villa Savorelli con il Quartetto Klem che eseguirà la delicata Rêverie Orientale n. 2 per clarinetto e quartetto d’archi Op. 14 di Aleksandr Glazunov con Kevin Spagnolo al clarinetto e il Quartetto d’archi n. 8 in do min, Op. 110 di Dmítrij Šostakóvič. In chiusura di serata David Romano, Mirei Yamada, Carlotta Malquori, Elena Pavoncello, Riccardo Savinelli, Carlotta Libonati, Matthias Balzat e Diego Romano, saliranno sul palco per eseguire l’esplosivo Ottetto per archi, Op. 11 di Dmítrij Šostakóvič.

Spazio anche alla solidarietà per il concerto del 25 giugno alle ore 19 che ha come protagonista Beatrice Rana. Insieme a Roman Simovic, Mirei Yamada, Milena Simovic, Diego Romano, la pianista salentina si esibirà nel Quintetto in sol min. per quartetto d’archi e pianoforte, Op. 57 di Dmítrij Šostakóvič. Completano il programma il Trio Op. 86 per flauto, violoncello e pianoforte di Nikolaj Kapustin (eseguito da Lorenzo Minelli, Leonardo Ascione Fabio Fornaciari) dalle forti tinte jazzistiche e il Trio per violino, clarinetto e pianoforte di Aram Chačaturjan (Kevin Spagnolo, Matteo Baldoni Matteo Canalicchio). La serata è organizzata in collaborazione con 'Alba Onlus – Associazione Loredana Battaglia' e il ricavato sarà destinato al progetto “Adotta una stanza” nella grande Casa di Peter Pan, la struttura che ospita i piccoli malati di tumore e le proprie famiglie provenienti da tutta Italia e con cui Alba collabora ormai da tempo.

La giornata finale di domenica 26 prevede due concerti: alle ore 11, nel noccioleto dell’Azienda Spada, David Romano e Carlotta Malquori eseguiranno la Sonata in Do magg per due violini, Op. 56 di Sergej Prokof'ev e Mirei Yamada, Matteo Baldoni, Matteo Introna e Alessio Pianelli il Quartetto d’archi n. 2 in re magg. di Aleksandr Borodin. Alle ore 19, ultimo tramonto in musica sulla vallata di noccioli con Salvatore Terracciano e Adriano Leonardo Scapicchi che eseguono la Sonata Op. 94 per flauto e pianoforte di Sergej Prokof'ev mentre David Romano, Gloria Santarelli, Carlotta Libonati, Alessio Pianelli e Massimo Spada si cimenteranno nel Quintetto in Sol min. per quartetto d’archi e pianoforte, Op. 30 di Sergej Taneev.

L’accesso ai concerti è ad offerta libera, mentre quello del 25 giugno prevede un’offerta minima di 10 euro. L’accesso è consentito tramite prenotazione alla mail: itramontiditinia@gmail.com Tra le novità di quest’anno, l’Azienda Spada ospiterà en plein air la mostra collettiva di arte contemporanea “IO Crògiolo” organizzata da Valerio Schito, Stefano Stefanelli e Flavia Tiburzi, dove verranno presentati giovani artisti nelle cui opere si fondono frammenti del mondo antropico con elementi naturali, in un crogiuolo di nuovi linguaggi attraverso cui rientrare in contatto con la natura. Tra gli artisti coinvolti avremo Arianna De Nicola, Marco Emmanuele, Giovanni Longo, Giulia Spernazza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli