Suzuki, volano ricavi e utili grazie ad aumento prezzi e volumi

(Adnkronos) - Sono tutti sotto il segno più i risultati finanziari del gruppo Suzuki nel secondo trimestre dell'esercizio 2022. Netto balzo per il fatturato netto e l’utile netto che sono aumentati su base annuale grazie in particolare al miglioramento del mix/prezzo di vendita, all'incremento dei volumi e all'impatto dei tassi di cambio.

I ricavi netti sul periodo aprile-settembre sono aumentati di 543,9 miliardi di yen (3,9 miliardi di euro, +32,5%) su base annua raggiungendo i 2.217,5 miliardi di yen (16,1 miliardi di euro). Il risultato operativo è balzato del 65,8% ovvero in aumento di 65,2 miliardi di yen a quota 164,3 miliardi di yen (1,2 miliardi di euro) mentre l'utile attribuibile ai soci della controllante è cresciuto di 14,6 miliardi di yen (14,5%) raggiungendo quota 115,1 miliardi di yen (834,1 milioni di euro).

A trainare i risultati è l'andamento della Divisione Automobili che ha registrato un fatturato netto aumentato di 287,2 miliardi di yen (2,1 miliardi di euro, +38,8%) a quota 1.027,1 miliardi di yen mentre il risultato operativo si è quasi raddoppiato a +98,9% e + 35,7 miliardi di yen a quota 71,7 miliardi di yen. Bene anche i Motocicli con ricavi aumentati del 45,8% a 89,6 miliardi di yen (649,3 milioni di euro), mentre la Divisione Fuoribordo ha visto un fatturato netto aumentato di 10,6 miliardi di yen (76,8 milioni di euro, +44,1%) a quota 34,5 miliardi di yen.

Nella ripartizione geografica, Suzuki segnala come in Giappone, Asia e in altre regioni sono cresciuti sia il fatturato netto che il risultato operativo, grazie principalmente all'incremento dei volumi e al miglioramento del mix/prezzo di vendita. In Europa, invece, l'utile operativo è diminuito a causa dell'impatto dell'aumento dei prezzi delle materie prime e del calo dei volumi dovuto alla carenza di forniture dei prodotti.

Il gruppo nipponico sottolinea come permanga la "percezione che il rischio di recessione globale stia aumentando": e tuttavia ha rivisto al rialzo le previsioni che ora per l'intero anno fiscale 2022-23 sono di un fatturato netto a 4.500 miliardi di yen (32,6 miliardi di euro), in rialzo del 26,1%, con un aumento di 600 miliardi di yen (4,3 miliardi di euro) rispetto alla precedente previsione. Rivista nettamente al rialzo anche la guidance per il risultato operativo a 290 miliardi di yen (2,1 miliardi di euro), con un aumento di 95 miliardi di yen rispetto alla precedente previsione. L'utile attribuibile ai soci della controllante è stato aumentato a 190 miliardi di yen (1,4 miliardi di euro).

Alla luce dei risultati già raggiunti Suzuki ha deciso un acconto sui dividendi di 50 yen (0,36 euro) per azione, con un aumento di 5 yen (0,04 euro) su base annuale.