Svastica in Friuli, la condanna della comunità ebraica italiana

Cro/Ska

Roma, 8 feb. (askanews) - La Presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni afferma: "Un nuovo inquietante episodio riporta in queste ore l'attenzione dei media sul tema dell'odio, del razzismo e in particolare dell'antisemitismo. Quanto accaduto a San Daniele del Friuli, dove una svastica è apparsa sulla casa dove visse la Testimone della Shoah Arianna Szorenyi, che proprio nella località friulana fu catturata insieme ai suoi cari e da lì deportata con ultima destinazione Auschwitz, suscita non solo sdegno ma anche profonda preoccupazione. Sono molteplici infatti gli episodi analoghi avvenuti in questi giorni e settimane in varie città d'Italia. Un campanello d'allarme che riguarda tutti e che non può essere ignorato".