Svelata la storia genetica del topolino selvatico

no credit

AGI - Analisi approfondite sulla struttura genetica del topo domestico selvatico hanno rivelato la storia della sua popolazione in Europa e in Asia. A realizzare un'analisi di intere sequenze del genoma di topi domestici selvatici provenienti da tutta Europa e Asia, concentrandosi sull'Asia orientale, sud-orientale e meridionale è stato un team di ricercatori guidato da Naoki Osada dell'Università di Hokkaido. Le loro scoperte, pubblicate sulla rivista Genome Biology and Evolution, faciliteranno la futura ricerca biomedica ed evolutiva.

Il topo domestico, Mus musculus, è il roditore più comune e si trova in tutto il mondo. Sebbene sia più comunemente considerato un parassita, è stato anche addomesticato come topo domestico e topo da laboratorio.

I topi da laboratorio sono stati preziosi per la ricerca medica e genetica come animali modello e sono stati oggetto di un'intensa ricerca, compreso il sequenziamento genomico. Tuttavia, il topo domestico selvatico non è stato oggetto dello stesso livello di ricerca. Ricerche precedenti sui topi domestici selvatici hanno rivelato che, geneticamente, sono molto diversi.

Esistono tre sottospecie primarie: M. m. musculus dell'Eurasia settentrionale, M. m. castaneus dell'Asia meridionale e sudorientale e M. m. domestico dall'Europa occidentale. Le varianti consanguinee dei topi da laboratorio rappresentano solo una piccola frazione della diversità del topo domestico selvatico. Lo studio ha confermato che i topi domestici selvatici hanno una diversita' genetica maggiore rispetto agli umani. Inoltre, castaneus ha la maggiore diversita' tra le tre sottospecie.

I campioni provenienti dal Giappone e dalla Cina hanno mostrato i più alti gradi di incrocio tra le sottospecie castaneus e musculus. Il team ha anche ricostruito la storia della popolazione delle tre sottospecie. Hanno stimato che le tre sottospecie divergessero 187.000-247.000 anni fa, la più recente è stata la divisione castaneus e musculus.

Hanno anche dedotto che le sottospecie dosmeticus e musculus hanno subito restrizioni ed espansioni della popolazione nel recente passato, che erano probabilmente associati alla diffusione dell'agricoltura. "Poiché il topo da laboratorio è stato allevato da topi domestici selvatici, il nostro studio apre la strada per aumentare significativamente la comprensione dei modelli di topi", ha affermato Osada.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli