Sventato attacco a San Pietroburgo grazie alla Cia. Putin ringrazia Trump

Russia, Vladimir Putin in conferenza stampa a Mosca

Sventato attacco terroristico a San Pietroburgo grazie alla Cia. Per questo il presidente russo, Vladimir Putin, ha chiamato al telefono l'omologo statunitense, Donald Trump, per ringraziarlo delle informazioni fornite dall'agenzia di intelligence. L'informazione, ha dichiarato il Cremlino in una nota, "ha aiutato a individuare la pista, trovare e arrestare un gruppo di terroristi che preparavano esplosioni nella cattedrale di Kazan a San Pietroburgo e in altri luoghi frequentati della città". Putin ha sottolineato che le informazioni fornite sono state sufficienti per individuare gli aspiranti attentatori, che sarebbero legati allo Stato islamico. Inoltre, il presidente russo ha chiesto a Trump di ringraziare in particolare il direttore della Cia e gli agenti che hanno fornito questa informazione segreta.

Putin ha quindi promesso all'americano che, "in caso ricevessero informazioni su minacce terroristiche contro gli Usa, i servizi segreti russi le trasmetterebbero subito ai colleghi americani attraverso i canali adeguati, come è stato abituale nel passato". I servizi Fsb hanno annunciato questa settimana l'arresto di sette persone che pianificavano attentati a San Pietroburgo, in particolare in vista di un attacco che avrebbero voluto compiere oggi nella cattedrale di Kazan. Nella stessa città nell'aprile scorso un attentato nella metropolitana compiuto da un kamikaze ha ucciso 14 persone.