Svezia, un solo seggio di scarto tra centrodestra e centrosinistra

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 14 set. (askanews) - L'esito delle elezioni svedesi di domenica scorsa - ancora da definire nei dettagli - fotografa una situazione di stallo. Con oltre il 90% dei voti contati, il blocco di destra ha, secondo le stime del quotidiano Aftonbladet - il 49,7 per cento dei suffraggi contro il 49 % del blocco di centosinistra. In termini di seggi, la differenza è al momento di un solo parlamentare in più per il centrodestra, 175 contro 174.

Non è ancora il risultato definitivo. L'autorità elettorale svedese valuta che il conteggio dei voti per le elezioni del Riksdag, il parlamento, "con ogni certezza" sarà pronto questa sera, afferma la cancelliera Anna Nyqvist citata dal quotidiano ma si tratterà comunque di risultati preliminari mentre per un conteggio definitivo si dovrà attendere il fine settimana.

Questo - spiega - perché i voti, dopo che sono stati conteggiati, vengono inviati ai consigli di amministrazione della contea, che effettuano il controllo dei voti finali.

Nyqvist afferma anche che i voti del Riksdag hanno la priorità sui consigli regionali e municipali. Nei comuni con molti elettori, come i grandi comuni, il conteggio probabilmente non sarà completato oggi, dice anche.

Gli exit poll di domenica sera avevano inizialmente suggerito una vittoria di misura per i socialdemocratici e i loro alleati di centrosinistra. Ma man mano che i voti venivano contati, il risultato ha cominciato a premiare la destra. Con oltre il 90% dei voti contati, il blocco di destra ha, appunto, il 49,7 per cento dei suffraggi contro il 49 % del blocco di centosinistra. In termini di seggi, la differenza è al momento di un solo parlamentare in più per il centrodestra, 175 contro 174.