Svizzera, al voto legge antiterrorismo, Amnesty preoccupata -3-

Red/Bea

Roma, 15 gen. (askanews) - Secondo l'ultima versione del testo, gli arresti domiciliari preventivi possono essere rinnovati a tempo indeterminato, a partire dai 15 anni in su.

L'ufficio federale della polizia beneficerebbe di un elevato grado di discrezione nel disporre misure amministrative di controllo. Nella maggior parte dei casi, queste non necessiterebbero di un'autorizzazione giudiziaria preventiva e sarebbe sufficiente una vaga prova sulla possibile futura minaccia alla sicurezza nazionale della persona sottoposta ai controlli. Questo criterio è contrario al principio della certezza del diritto ed è incline all'abuso. (Segue)