Svizzera allunga la lista delle regioni italiane “a rischio” Covid

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 12 mar. (askanews) - Si allunga la lista delle regioni italiane considerate "a rischio" contagio da Covid-19 dalle autorità svizzere, con conseguente obbligo di quarantena per chi rientra nella Confederazione elvetica. Il consolato generale d'Italia a Zurigo pubblica sulla sua pagina Facebook il nuovo elenco, in vigore dal 22 marzo, in base alle indicazioni dell'Ufficio federale della Sanità pubblica svizzera.

Dal 22 marzo 2021 alle regioni già considerate "a rischio" (Abruzzo - Campania - Emilia Romagna -Friuli Venezia Giulia - Liguria - Marche - Molise - Puglia - Toscana - Umbria), si aggiungono

- BASILICATA - LAZIO - VENETO

Quindi, dal 22 marzo 2021 e fino a nuova comunicazione sarà obbligatorio mettersi in quarantena se si proviene dalle seguenti Regioni: Abruzzo - BASILICATA - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - LAZIO - Liguria - Marche - Molise - Puglia - Toscana - Umbria - VENETO.

L'obbligo di quarantena -in genere 10 giorni - vale per adulti e bambini che entrano in Svizzera dopo aver soggiornato in uno Stato o in una regione "con rischio elevato di contagio"

Per chiarimenti e dettagli sulle regole attualmente in vigore in Svizzera si può consultare la pagina web con le domande frequenti (FAQ)

https://www.bag.admin.ch/.../haeufig-gestellte-fragen.html