Svizzera, la svolta della Chiesa evangelica: sì al matrimonio gay

gay svizzera

In Svizzera la Chiesa evangelica fa passi da gigante e riconosce a tutti gli effetti il matrimonio gay. Tuttavia, le chiese aderenti è importante che ammettano il concetto ampliato di matrimonio come condizione preliminare per le nozze in chiesa. Ma è ufficiale che il Consiglio della Federazione delle chiese evangeliche -che comprende in tutto ben 24 chiese riformate cantonali – in Svizzera (FCES) sia favorevole al matrimonio tra coppie omosessuali a livello di diritto civile.

Svizzera, Chiesa evangelica e matrimoni gay

La chiesa evangelica svizzera da’ ufficialmente la propria benedizione a tutte le coppie gay, dichiarandosi favorevole al matrimonio a livello di diritto civile. La FCES ha dato il proprio ok ma i pastori tuttavia dovranno poter godere della libertà di coscienza: un punto che dovrà però essere garantito dai regolamenti di ciascuna Chiesa evangelica. Già lo scorso giugno 2019 il Consiglio della Federazione delle chiese evangeliche aveva affermato: «la diversità di orientamento sessuale riflette la pienezza dell’azione creativa divina». E il presidente stesso della FCES, Gottfried Locher, si era dichiarato, a metà agosto 2019, assolutamente a favore del matrimonio tra le coppie omosessuali.

Il prossimo 4 novembre 2019 si svolgerà una riunione interna dove l’assemblea dei delegati potrà esprimersi e prendere una posizione. Nessun dibattito invece riguardo la possibilità di adozione e di fecondazione assistita. Per adesso però, la Chiesa evangelica in Svizzera si dichiara favorevole al 100% nei confronti del matrimonio tra coppie appartenenti allo stesso sesso. Il che sembra essere per davvero un grande e tanto più importante traguardo per il Paese svizzero.