Svolta nel giallo della 33enne londinese scomparsa

·2 minuto per la lettura
Trovato in un bosco il corpo di Sarah Everard
Trovato in un bosco il corpo di Sarah Everard

Trovato in un bosco il corpo di Sarah Everard dopo l’arresto di un poliziotto. C’è una svolta nel giallo che aveva fatto penare l’Inghilterra per le sorti della scomparsa Sarah Everard. La 33enne londinese aveva fatto perdere le sue tracce da giorni dopo una serata con amici. E purtroppo la polizia ha confermato quel che tutti temevano. Che cioè il corpo rinvenuto in un bosco di Ashford, nel Kent, nel sud dell’Inghilterra, proprio quello di Sarah. La conferma è arrivata dal vice commissario Nick Ephgrave: “Il corpo è stato della donna è stato recuperato e la procedura di identificazione formale è stata conclusa. Ora posso confermare che si tratta del cadavere di Sarah Everard”.

Trovato il corpo di Sarah, l’autopsia

Sul cadavere è stata disposta un’autopsia, mentre agli uomini in divisa toccava l’ingrato compito di avvisare i cari di Sarah. Per la scomparsa della 33enne c’è già un sospettato ristretto in misura di cautela. Si tratta di un poliziotto di Deal, sempre nel Kent. L’agente è in organico ad un nucleo speciale destinato alla protezione di parlamentari e sedi diplomatiche. E quello Everard è un caso che sta tenendo col fiato sospeso tutti il Regno Unito, specie per il fatto che per l’ennesima volta la vittima di una gratuita brutalità è una donna.

Le iniziative delle donne inglesi

Sul tema del femminicidio, che in Italia è reato in trend crescente , in Gran Bretagna sono partite campagne social ed iniziative in presenza. Iconica era stata quella di “Reclaim These Streets”, “riprendiamoci le strade”. Si è trattato di una veglia organizzata per il prossimo fine settimana a Clapham Common. Si tratta dell’ultimo posto dove è stata vista per l’ultima volta Sarah. Lì le donne erano state invitate dalla polizia a non uscire di casa per una settimana per timore che in azione ci fosse un killer seriale.