Swami Sivananda, l’uomo più vecchio del mondo ha 123 anni

Swami Sivananda 1896 uomo più vecchio

Un uomo indiano originario di Behala ha sbalordito tutti quando si è sottoposto ai controlli di routine in aeroporto. Una volta mostrato il proprio passaporto, infatti, sono rimasti tutti sorpresi nel scoprire il suo anno di nascita è il 1896.

L’uomo più vecchio del mondo ha 123 anni

Si chiama Swami Sivananda e se la data di nascita impressa sul passaporto dovesse essere vera, allora si tratterebbe dell’uomo più vecchio del mondo. Ha ben 123 anni e in base a quanto si evince dai media è nato a Behala, località a sud-ovest di Calcutta nello stato indiano del Bengala occidentale. Ha perso i genitori quando era ancora molto piccolo e per questo motivo è stato affidato e allevato da un guru.

Quando le persone rimangono stupite nello scoprire la sua età, l’uomo rispende che è merito dello yoga e di uno stile di vita estremamente rigido. A tal proposito ha rivelato che la ricetta segreta della sua longevità è da rinvenire nel celibato assoluto e mangiare solo cibo insipido, senza spezie.

In volo verso Londra, Swami Sivananda ha dovuto fare scalo ad Abu Dhabi e proprio qui gli addetti ai controlli dell’aeroporto degli Emirati Arabi sono rimasti sbalorditi nello scoprire la sua età. In realtà non è ancora dato per certo che l’uomo abbia davvero 123 anni. Questo perché gli unici documenti in possesso dell’uomo sono custoditi nel tempio in cui è cresciuto e pertanto è difficile verificarne l’autenticità. Se la data di nascita fosse davvero 1896, quindi, Swami Sivananda sarebbe la persona più anziana della terra.

Dal suo canto Sivananda ribadisce che la sua longevità è da rinvenire ad una grande disciplina. Quest’ultima, come rivelato ai media locali, “è la cosa più importante nella vita. Con la disciplina nel regime alimentare, nell’esercizio e nel controllo dei desideri sessuali si può conquistare qualsiasi risultato!