Swisscom, antitrust svizzera indaga su espansione rete fibra ottica

·1 minuto per la lettura
Logo di Swisscom presso gli uffici di Zurigo

ZURIGO (Reuters) - La Commissione della Concorrenza svizzera (Comco) ha aperto un'indagine su Swisscom, controllante di Fastweb, ordinando immediate misure precauzionali per consentire l'accesso dei concorrenti alle reti durante l'espansione del gruppo nella fibra ottica.

Swisscom sta espandendo la rete nazionale in fibra ottica, puntando a raddoppiare il numero di connessioni entro il 2025 per raggiungere altri 1,5 milioni di famiglie e imprese in Svizzera.

Comco ha detto che l'espansione di Swisscom rischia di escludere altri partecipanti dal mercato, fattore che potrebbe rappresentare un abuso della posizione dominante del gruppo nel settore.

"Nelle aree in cui si sta espandendo per conto proprio, sta cambiando il design della rete in modo tale che i concorrenti non hanno più accesso diretto all'infrastruttura di rete", si legge in una nota Comco.

"Per questo motivo, la Commissione alla Concorrenza ha preso immediatamente misure precauzionali per impedire a Swisscom di negare l'accesso dei concorrenti alle linee 'end-to-end' durante l'espansione del network in fibra ottica", ha aggiunto.

Swisscom ha risposto che intende difendersi dalle accuse e che presenterà un ricorso contro le misure precauzionali imposte da Comco.

"Swisscom offre a tutti i competitor un ampio accesso alle proprie reti, su una base non discriminatoria su termini che sono regolati o concordati a livello commerciale", si legge in un comunicato della società.

"Swisscom non comprende le accuse di Comco, le analizzerà approfonditamente e deciderà quindi come agire ulteriormente", ha aggiunto la controllante di Fastweb.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Sabina Suzzi, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)