Sydney, singolare incidente per un uomo salvato da un animale domestico

·1 minuto per la lettura
Rimane bloccato a testa in giù nella fossa settica e nessuno se ne accorge, salvato dal cane dei vic
Rimane bloccato a testa in giù nella fossa settica e nessuno se ne accorge, salvato dal cane dei vic

Insolito incidente per un uomo australiano a nord di Sydney, il quale è rimasto bloccato accidentalmente a testa in giù nella fossa settica di un condominio, rischiando di morire anneggato. A salvarlo, tuttavia, ci ha pensato il cane dei suoi vicini, che lanciato l’allarme, iniziando ad abbaiare incessantemente. Se non fosse stato per lui, l’uomo sarebbe morto lì.

Rimane bloccato in una fossa settica: a salvarlo ci pensa cagnolino dei vicini

L’incidente risale alla mattinata di martedì scorso, in realtà la notte tra lunedì e martedì in Italia: nell’occasione, grazie all’amico a quattro zampe, sono giunti nell’abitazione a Terrey Hills i paramedici e vigili del fuoco e hanno lì hanno trovato l’uomo bloccato a testa giù nel pozzo in cui era caduto.

Nessun ricovero in ospedale per la vittima

Liberarlo non è stata un’impresa facile: l’operazione ha richiesto circa 40 minuti, alla fine però l’uomo è stato consegnato ai sanitari, che lo hanno trasportato al Northern Beaches Hospital. Tuttavia, le sue condizioni non hanno richiesto ricovero, in quanto ha riportato esclusivamente alcune ferite al capo. Certamente, per l’uomo deve essere stata un’esperienza terribile, tenendo conto che della situazione nella quale si trovava e dell’acqua che continuava a salire.

Spot, il piccolo eroe a quattro zampe

Gli stessi servizi di emergenza del New south Wales hanno sottolineato quanto sia stato fondamentale l’intervento inatteso del cagnolino di dieci mesi che ha iniziato ad abbaiare: il piccolo, infatti, accorgendosi della situazione di pericolo nella quale l’uomo si trovava ha iniziato ad abbaiare con l’intenzione di attirare l’attezione dei suoi padroni, nonchè vicini della vittima. Il responsabile del servizio ambulanze Charnan Kurth ha detto che:

“I servizi di emergenza sono stati avvisati dell’incidente da alcuni giovani, dopo che il loro cane di nome Spot ha trovato l’uomo nei guai. Se il cane non avesse sentito le grida dell’uomo, il finale poteva non essere bello”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli