Syracuse, uomo nudo incastrato in un muro: l’intervento dei vigili del fuoco

·2 minuto per la lettura
usa
usa

Negli Stati Uniti d’America, i vigili del fuoco hanno salvato un uomo che era rimasto intrappolato all’interno di un muro per circa tre giorni.

USA, grida e colpi provenienti da un muro: pompieri salvano uomo nudo intrappolato da 3 giorni

Nella giornata di venerdì 5 novembre, i vigili del fuoco hanno dovuto affrontare una situazione incredibile e surreale nel momento in cui sono stati chiamati per rispondere a una richiesta di aiuto proveniente da un appartamento situato a Syracuse, nello Stato americano di New York.

Le richieste di intervento ricevute dai vigili del fuoco sono partite dai dipendenti del Landmark Theatre che hanno segnalato di aver udito le urla di un uomo che implorava aiuto. Alle urla, si univano i forti colpi battuti contro un muroche sembravano provenire da uno dei bagni del locale.

USA, grida e colpi provenienti da un muro: l’intervento dei vigili del fuoco

Dopo aver raggiunto il luogo, i vigili del fuoco hanno effettivamente constatato che le grida e i pugni provenissero da una delle pareti del bagno del Landmark Theatre, ossia una delle colonne presenti nella stanza.

A questo punto, quindi, si è provveduto a inserire una telecamera a fibra ottica nella colonna per verificare la situazione e, in questo modo, si è potuto osservare la presenza di un uomo nudo al suo interno.

Non appena i vigili del fuoco sono stati certi di aver individuato la posizione esatta dell’uomo all’interno della parete, si sono adoperati per abbattere la colonna e liberare il soggetto. Le operazioni si sono rivelate particolarmente lunghe e complesse: era necessario, infatti, non ferire l’uomo e, al contempo, procedere all’esportazione di svariati strati di “cartongesso, piastrelle e argilla strutturale”, salvaguardando la stabilità e la sicurezza della struttura.

USA, grida e colpi provenienti da un muro: dinamiche e post sui social

Ultimate le operazioni di soccorso, l’uomo è stato trasferito all’Upstate University Hospital. Al momento, non è ancora stato spiegato come il soggetto sia riuscito a infilarsi nell’intercapedine attraverso la quale ha poi raggiunto il punto in cui è stato recuperato ma è stato riferito che fosse nel muro da almeno tre giorni, prima di essere salvato.

L’intera vicenda, per la sua sconvolgente originalità, è stata interamente documentata dai vigili del fuoco attraverso alcuni scatti e un lungo post pubblicati sui canali social del Dipartimento dei vigili del fuoco di Syracuse.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli