T-shirt shock, Serracchiani: spia di emergenza scomoda

Fdm

Trieste, 24 giu. (askanews) - "Stiamo forse sottovalutando segnali inquietanti che ci arrivano dalla 'pancia' della nostra societ, che in certi casi non fa distinzione di censo o di istruzione. Un clima di intolleranza strisciante che trova la sua manifestazione pi caratteristica nell'arcaico disprezzo per la donna, ma che ci mette un attimo a diventare razzismo o antisemitismo. L'istinto del branco sembra sempre pi pronto a scatenarsi e il linguaggio violento sui social la spia lampeggiante di questa emergenza scomoda da ammettere. La battaglia per la civilt e il rispetto dell'altro non ha mai fine". Lo afferma la deputata Debora Serracchiani (Pd), commentando quanto accaduto in una discoteca di Lignano (Udine), dove un gruppo di ragazzi si fatto riservare un tavolo a nome "centro stupri", ha postato sui social le foto e poi ha usato termini offensivi verso ragazze e giovani di colore che censuravano il loro comportamento.