Tabacci (+Eu): Franceschini descrive percorso politico inevitabile

Pol/Luc

Roma, 22 lug. (askanews) - "Senza voler entrare nelle diatribe interne al Pd non si può non rilevare come proprio sul piano della politica i ragionamenti di Franceschini sollevino una giusta questione di equilibri parlamentari su cui lavorare. Per essere efficace l'opposizione deve saper evidenziare le linee di frattura tra la Lega e i 5 Stelle che ci sono e saranno sempre più evidenti e marcate su questioni fondamentali nel prosieguo della legislatura, come dimostra la recente vicenda delle nomine dei vertici delle istituzioni europee e come spiega perfettamente l'editoriale di oggi di Paolo Mieli rispetto al ruolo ineluttabilmente sempre più antitetico a Salvini del premier Conte". Lo dichiara in una nota il presidente nazionale di Più Europa Bruno Tabacci.

"Mi pare positivo poi che nel Pd, a partire dal Segretario Zingaretti, sia sempre più diffusa la convinzione che occorra aprirsi ad uno spirito di coalizione con altre forze non populiste né sovraniste. Al di là delle pur comprensibili ragioni di bandiera e tattiche, sarà la forza delle cose della politica a dimostrare che nello scontro di cultura e di civiltà del nostro tempo serviranno un'etica e uno spirito di servizio degasperiani che Salvini non conosce", conclude il presidente di Più Europa.