Taekwondo, Cito "Importante essere a Tokyo, Italia farà bella figura"

·2 minuto per la lettura

PALERMO (ITALPRESS) - Il taekwondo italiano continua il suo proficuo percorso di crescita e si prepara alle Olimpiadi di Tokyo in programma dal 23 luglio all'8 agosto. "Aver portato due atleti alle olimpiadi (Simone Alessio e Vito Dell'Aquila) e un atleta alle Paralimpiadi (Antonino Bossolo), è importante soprattutto perchè è la prima volta del taekwondo alle Paralimpiadi e l'Italia c'è", ha detto all'Italpress Angelo Cito, presidente della Federazione Italiana Taekwondo. Il numero uno della Fita, presente a Palermo per la stipula del protocollo d'intesa tra la federazione, Questura di Palermo e Fiamme Oro, volto a promuovere e divulgare i valori della legalità e della convivenza civile attraverso lo sport, specialmente nelle fasce d'età giovanili, ha spiegato: "Prima di tutto lo sport al servizio della società. E' stata fatta una richiesta da parte dell'associazione Quarto Savona Quindici per autorizzare i ragazzi e bambini a potersi allenare presso le Fiamme Oro di Palermo. Prima è stata fatta una deroga e poi è stato firmato il protocollo. E' stata una cosa gradevole, piacevole e al servizio dei ragazzi". Il numero uno del taekwondo azzurro ha messo in rilievo l'importanza della partecipazione di Bossolo alle Paralimpiadi: "E' un segnale importante anche per tutti i ragazzi che purtroppo devono convivere con delle disabilità. Lo sport aiuta a superarle. L'obiettivo è quello di puntare ad un risultato importante soprattutto dopo le medaglie di Londra e Pechino. Ritorniamo alle Olimpiadi dopo la non qualificazione di Rio con tre atleti e obiettivi importanti". Cito si è anche soffermato sulla possibilità che a Tokyo ci siano delle sorprese: "Preferisco essere superstizioso, amo confrontarmi sul campo. Però da questo punto di vista la penso come il presidente del Coni Giovanni Malagò, ci saranno sicuramente delle sorprese. Quest'anno di pandemia ha fatto emergere determinate situazioni alle quali non eravamo preparati: alcuni atleti stanno rendendo in un modo straordinario, altri che probabilmente non sono riusciti a superare questo periodo di difficoltà. Sono convinto che l'Italia farà bella figura e spero che tra questi atleti ci sia anche qualcuno del taekwondo", ha concluso Cito.

(ITALPRESS).

mra/gm/red

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli