Tagikistan, Mikro Kapital sale al 42,7% in Imon International

·1 minuto per la lettura
featured 1253382
featured 1253382

Milano, 29 mar. (askanews) – Obiettivo: crescita e inclusione finanziaria delle piccole e medie imprese in Tagikistan e lungo la Via della Seta. Mikro Kapital, società specializzata nell impact finance e nella microfinanza che opera in 14 Paesi sotto la guida del suo presidente Vincenzo Trani, ha concluso un operazione che ha visto la Compagnia diventare il primo azionista di Imon International (Imon), il principale istituto di microcredito del Tagikistan.

In seguito all’uscita del principale azionista di Imon, Micro-credit Fund “Imon”, Mikro Kapital, la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (Bers) e la banca olandese per lo sviluppo imprenditoriale Fmo hanno versato 5,4 milioni di dollari per acquisire una quota del 43,5%. Come risultato di questa transazione e in conformità con il regolamento della Banca Nazionale del Tagikistan, la Bers e la Fmo andranno a possedere ciascuna il 17,9%, mentre Mikro Kapital diventerà il maggiore azionista di Imon con una quota del 42,7%.

Grazie a questa operazione, l’istituto continuerà a fornire servizi finanziari a più di 100.000 microimprese e singoli individui. “Dal 2008 – ha detto Trani – ci siamo concentrati sullo sviluppo della microfinanza e l acquisto delle azioni di Imon International si inserisce pienamente nella strategia di Mikro Kapital”.

Gli azionisti internazionali di Imon sono impegnati a sostenere le attività della società, vitali per le imprese di base e gli agricoltori nelle zone rurali di montagna del Tagikistan. La transazione porterà Imon a diventare un’istituzione sostenibile conforme ai requisiti normativi e agli standard internazionali di corporate governance e integrità.

Servizio di Cristina Giuliano

Immagini askanews, afp, Mikro Kapital