UN ANNO DA MEDAGLIA

Tagliariol. "I miei tatuaggi, per le vittorie e le sconfitte"

Lo spadista italiano racconta i suoi nove tattoo

La vita di un atleta è fatta di vittorie e sconfitte e dei loro ricordi. Matteo Tagliariol, il più talentuoso degli spadisti italiani, non vuole perdere niente per strada, anche i momenti più difficili vanno ricordati. Lui – come altri sportivi – ha uno strumento speciale: i tatuaggi. Matteo ne ha ben nove. La maggior parte sulle braccia, il suo strumento di sfida e di lotta nella scherma. “Il più importante” racconta a noi di Yahoo! “è il primo che ho fatto, sull’avambraccio destro, ‘Conosci te stesso’, il motto di Talete”.

Matteo Tagliariol: I tatuaggiIntervista con Matteo Tagliariol


Ma sul braccio destro c’è anche il ricordo di uno dei momenti più difficili della carriera di Matteo Tagliariol, l’infortunio ai legamenti della mano che gli ha impedito di partecipare all’Olimpiade di Londra 2012 e di bissare i successi di Pechino: “'Anche questa passerà' c’è scritto, perché bisogna ricordarsi che tutto è passeggero, sia quando siamo in alto che quando siamo basso”. E in alto Matteo c’è stato davvero, con l’oro nella spada individuale a Pechino: una medaglia che all’Italia mancava dai Giochi di casa di Roma 1960. Quale miglior modo di celebrarla che un re di spade, sul braccio sinistro?

Gli altri sono più intimi e personali. Come la piuma di Dumbo: “All’inizio Dumbo credeva di poter volare con la piuma magica poi impara senza, ma io voglio tenerla sempre con me, nel caso dovesse servirmi” . E poi ci sono le due rondini: “Simboleggiano l’attaccamento agli affetti, viaggiano e tornano sempre alla famiglia”.

Gillette sostiene le partenze vincenti degli atleti! Scopri la pagina Facebook,

Rivivi le Olimpiadi

I più cercati su Yahoo