Taglio Iva: su quali prodotti risparmieremo e quanto

Taglio Iva: su quali prodotti risparmieremo e quanto. REUTERS/Alexander Ermochenko
Taglio Iva: su quali prodotti risparmieremo e quanto. REUTERS/Alexander Ermochenko

Una delle grandi novità annunciate dal Governo sulla nuova stesura del Dl Aiuti riguarda senz'altro il taglio Iva che sarà operato su beni di prima necessità. Un intervento fortemente voluto dal dimissionario Consiglio dei Ministri, che continua il proprio lavoro su quei fatidici "affari correnti" di cui si è tanto discusso nei giorni passati. Proviamo quindi a capire come cambierà il carrello della spesa con questa importante novità.

VIDEO - Istat: vola l'inflazione a giugno all'8%, mai così alta dal 1986

Del taglio Iva ormai imminente ha parlato la vice ministra dell'Economia Laura Castelli, in un intervento dalle frequenze di 'Radio 24'. "Si tratta di un piano concreto, che potrebbe essere alternativo o aggiuntivo ai 200 euro", ha affermato. E se l'imposta sul valore aggiunto potrebbe scendere dal 10% al 5% su carne e pesce, il progetto del Governo è di azzerarla del tutto per il pane e per la pasta.

LEGGI ANCHE: Parlamento sciolto, ma non si ferma: ecco quali poteri gli restano ora

L'intero Dl Aiuti, secondo la vice ministra Castelli, avrà un valore di 12/13 miliardi di euro. Di essi, circa 4 dovrebbero rappresentare gli stanziamenti necessari al taglio Iva. Le coperture, invece, deriverebbero dall'extragettito, dovuto all'aumento dei prezzi. Vediamo quindi quanti soldi metterà lo Stato al posto dei cittadini per ognuno dei prodotti alimentari su cui si applicherà la misura.

Taglio Iva: su quali prodotti risparmieremo e quanto. REUTERS/Yuriy Rylchuk
Taglio Iva: su quali prodotti risparmieremo e quanto. REUTERS/Yuriy Rylchuk

Il taglio Iva sarà totale, come detto, per pane e pasta. Riguarderà però anche farina, patate e olio d'oliva, a loro volta ritenuti "beni di prima necessità". Sul pane, al momento, i cittadini pagano il 4%. Quindi lo Stato coprirebbe circa 253 milioni di euro. Più basse le cifre che riguardano latte (150 milioni), olio d'oliva (141) e pasta (76).

GUARDA ANCHE: Alimentazione, la crisi del grano causata della guerra dà problemi ovunque

Si scenderà dal 10% al 5%, invece, per quanto riguarda il taglio Iva sull'acquisto di carne bovina, di vitello e di pollo, di salumi da banco e confezionati, di uova, pesce fresco, cioccolato e gelati. Qui l'esborso maggiore sarà quello sulla carne bovina (319 milioni di euro) e quella di pollo (318). Notevoli però gli interventi statali anche su pesce fresco (250 milioni) e vitello (180). Molto più lontane le uova (90 milioni). Tutti questi dati sono proiezioni del 'Messaggero', sulla base dell'ipotesi che la misura introdotta dal Dl Aiuti abbia un'applicazione di sei mesi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli