Taglio parlamentari, Partito radicale: comitati "C'è chi dice no"

Pol/Vlm

Roma, 14 gen. (askanews) - "Sappiamo che i mesi che abbiamo davanti, quelli relativi alla campagna referendaria contro il taglio dei parlamentari saranno mesi molto impegnativi e difficili. Siamo però certi che se i media consentiranno una adeguata informazione, i cittadini sapranno decidere se vale di più l'illusione di un fittizio risparmio in cambio di meno democrazia. Sono molte le regioni che subiranno una drastica riduzione della rappresentanza. Per questo decine di Comitati regionali e comunali saranno coordinati dal Comitato c'è chi dice NO del Partito Radicale. Da oggi saranno operativi i Comitati di Bologna; Cagliari; Catania; Catanzaro; Cremona; Firenze; Lecce; Lodi; Milano; Novara; Palermo; Reggio Calabria; Rimini; Roma; Siena; Taranto; Torino; Trieste; Verbania; Basilicata; Calabria; Campania; Emilia Romagna; Lazio; Liguria; Lombardia; Piemonte; Puglia; Sardegna; Sicilia; Toscana". È quanto si legge in una nota del Partito radicale.