Taglio parlamentari, Schiavone: garantire diritti italiani estero -3-

Orm/REd

Roma, 4 ott. (askanews) - "La convinzione delle nostre obiezioni ci spinge ad affermare che nella formulazione dei diritti, quando si cerca di interpretare e leggere l'attualità, occorre tenere sempre ben presente che la democrazia rappresentativa deve essere salvaguardata con l'idea di rispetto della persona come individuo fornito di diritti chiamato a scegliere i propri rappresentanti. Si è consapevoli che in Italia, con la saldatura del nuovo governo, il testo finale recante la riduzione dei parlamentari sarà approvato alla Camera pena la crisi dello stesso", continua Schiavone.

"Tuttavia resta aperta la questione degli effetti, le garanzie e i contrappesi per dare effettività alla rappresentanza dei territori nazionali e della circoscrizione estero. L'aumento esponenziale degli italiani all'estero, che negli ultimi anni hanno raggiunto cifre da esodo, deve far riflettere il governo sull'urgenza di ridisegnare la rappresentanza degli italiani all'estero e di riscrivere la tanto discussa legge elettorale e le modalità di voto per sostanziare i propri rappresentanti", argomenta il Segretario generale Cgie. (Segue)