Taiwan prevede l'equilibrio nelle forniture di chip entro il quarto trimestre

·2 minuto per la lettura

L'equilibrio tra offerta e domanda globali di semiconduttori per auto potrebbe essere raggiunto entro il quarto trimestre dell'anno ha dichiarato il Governo di Taiwan, ribadendo il suo impegno a fare la propria parte per affrontare una carenza che ha portato alla chiusura temporanea delle linee di produzione in tutto il mondo. La scorsa settimana i senatori democratici del Michigan e dell'Ohio negli Stati Uniti hanno chiesto al Governo taiwanese di aiutare ad affrontare la carenza, dato che l'Isola è un importante produttore di semiconduttori considerata un player fondamentale negli sforzi globali per risolvere il problema.

Rispondendo alla richiesta, il ministero dell'Economia di Taiwan ha osservato che i produttori di chip dell'Isola non sono i principali fornitori dei produttori stranieri di dispositivi integrati che producono chip per auto. «Ma i produttori di chip rilevanti stanno collaborando pienamente con i clienti di tutto il mondo, rispondendo positivamente alle loro esigenze correlate e aiutando a risolvere il problema del settore automobilistico» ha dichiarato il Ministro dell'Economia Wang Mei-hua, personalmente coinvolta nel parlare con i produttori di chip taiwanesi, che le hanno detto di aver "risolto attivamente" il problema già nella prima metà di quest'anno e che continueranno a farlo. «Sebbene la catena dell'industria dei chip per auto sia lunga e complessa, con la piena collaborazione delle aziende del nostro Paese, l'industria stima che offerta e domanda per la produzione di chip per auto dovrebbero raggiungere un equilibrio nel quarto trimestre di quest'anno». Il ministero ha osservato che le aziende di semiconduttori di Taiwan hanno ampliato la produzione e ha sottolineato che queste aziende ed il Governo stesso attribuiscono grande importanza al lavoro «Con partner che la pensano allo stesso modo» riferendosi ad altre democrazie come gli Stati Uniti e l'Unione europea. «Taiwan continuerà a lavorare insieme ai partner per costruire una catena di approvvigionamento sicura, affidabile e resiliente ed approfondire le relazioni economiche e commerciali per gettare solide basi per la ripresa economica dopo la pandemia» ha concluso il ministro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli