Tajani "In Afghanistan sconfitta dell'Occidente"

·1 minuto per la lettura

RIMINI (ITALPRESS) - "Quella dell'Afghanistan è stata una sconfitta brutta dell'occidente che ha perso onore e credibilità davanti a milioni di persone alle quali aveva promesso delle cose. La fuga disordinata ha provocato danni ancora maggiori. Bisogna rinviare il termine per salvare le persone che vogliono abbandonare l'Afghanistan e questo lo possiamo fare solo con una presenza forte a difesa dell'aeroporto di Kabul ma anche con una presenza che garantisca i corridoi umanitari da Herat a Kabul. Non possiamo abbandonare gli afgani che hanno collaborato con i nostri militari". Così Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia, al dibattito "Il ruolo dei partiti nella democrazia oggi.

Incontro con i protagonisti della politica italiana" al Meeting di Rimini.

"Non si può dialogare con il terrorista e il dialogo con i Talebani è impossibile perché non rispettano alcun patto, il loro obiettivo è far fuori l'avversario. I talebani hanno dimostrato negli anni di non saper dialogare con nessuno, ok mantenere il confronto e un rapporto ma non il dialogo, salviamo il maggior numero di vite con una strategia per il futuro - ha concluso -. L'Europa deve fare un salto di qualità, instaurare una politica estera più coraggiosa e avere finalmente un'unica politica di difesa, io credo che dovremmo dar vita a un vero esercito europeo che permetterebbe di intervenire in maniera autonoma per ristabilire la pace. Non sottovalutiamo l'azione della Cina che ha mire egemoniche sull'Afghanistan che ha risorse immense e che fanno gola".

(ITALPRESS).

cga/sat/red

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli