Tajani: favorevoli a Green pass ma no ad uso fondamentalista

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 16 lug. (askanews) - "Sul Green pass siamo assolutamente favorevoli ma questo non significa che la vaccinazione debba essere obbligatoria". Lo ha detto il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani, a Milano per la presentazione del candidato sindaco del centrodestra Luca Bernardo, precisando che del Green pass non deve essere fatto un uso "fondamentalista".

"Il Green pass - ha proseguito Bernardo - è solo uno strumento che può prevedere anche per i non vaccinati il tampone. Quando ci sono riunioni affollate noi riteniamo giusto che si usi io green pass per accedere, penso ad esempio alle partite, penso ai locali molto affollato durante l'estate. È utile e serve anche a incrementare le presenze turistiche".

Tajani ha quindi dichiarato di essere favorevole al vaccino e di essersi vaccinato e ha inviatato "tutti gli italiani a farlo, ma l'invito non è un obbligo. Il Green pass è strumento utile per garantire La salute di tutti quanti noi e deve essere usato non in modo fondamentalista".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli