Tajani: favorevoli a taglio parlamentari ma con riforma complessiva

Pol/Arc

Roma, 9 gen. (askanews) - "Noi siamo sempre stati favorevoli al taglio dei parlamentari ma in un contesto di tutela della democrazia rappresentativa. Questa riforma, che non ci piace, è frutto di una scelta che punta a una democrazia diretta e non rappresentativa: il taglio dei parlamentari non è una scelta fatta in un contesto di riforma complessiva ma una scelta demagogica, come il taglio dei vitalizi. E' una riforma parziale, che non risolverà i problemi, nata solo per accontentare le posizioni demagogiche del M5S". Lo ha detto Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia e Presidente della Commissione Affari Costituzionali del Parlamento Europeo, a Skytg24.

"Per quanto mi riguarda si può tagliare tutto: io ho rinunciato a mezzo milione di euro quando ho lasciato la Commissione europea ed a tutte le indennità di rappresentanza quando ero presidente del parlamento europeo. Il problema vero è quello della democrazia rappresentativa e diretta: se il taglio dei parlamentari serve ad avere una democrazia più efficiente, dove sono rappresentati tutti i territori e non esclusi alcuni a vantaggio di altri, va bene in un contesto, però, di riforma complessiva. Se è soltanto un taglio rischia di essere una sorta di 'pezza demagogica' per dare un messaggio all'opinione pubblica ma niente di più", ha concluso.