Tajani (Fi): governo aumenta tasse, serve rivolta fiscale

Afe

Roma, 11 ott. (askanews) - "Siamo molto preoccupati per l'atteggiamento del governo perchè nonostante la propaganda e le promesse aumenterà la pressione fiscale. Quello che sta facendo il governo è un errore clamoroso che farà dei danni alla nostra economia: serve una rivolta fiscale contro scelte scellerate che costringeranno il Paese a pagare ancora di più". Lo ha detto Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia, in una conferenza stampa.

"Per risolvere il problema dell'Iva - ha sottolineato - devono trovare i soldi e i soldi non ci sono. Forse potranno trovare dei soldi dal reddito di cittadinanza e da quota cento ma non è sufficiente. Sarà una manovra tutta a deficit che farà aumentare il debito pubblico del Paese. Avremo nuovi contrasti con l'Ue e l'errore grave che ha commesso il governo è stato quello di chiedere la responsabilità della politica economica e finanziaria che porterà il commissario italiano ad avere uno scontro con l'Italia".

"Abbiamo bisogno invece - ha concluso - di una manovra che riduca la pressione fiscale: non si parla di flat tax, rischiamo una patrimoniale, andranno a colpire i pensionati e questo è inaccettabile e ci mobiliteremo per impedire che i cittadini italiani siano tartassati. Presenteremo una contro-manovra e ci impegneremo in Italia e in Ue per tutelare gli interessi del Paese e per far sì che la politica economia sia a favore della crescita".