Tajani: porto Taranto ai cinesi? Altra invasione dopo coronavirus

Tajani: porto Taranto ai cinesi? Altra invasione dopo coronavirus

Roma, 28 feb. (askanews) – Piccola gaffe sui cinesi del vicepresidente di Fi Antonio Tajani, presidente della Commissione Affari Costituzionali del Parlamento Europeo. Durante la conferenza stampa di presentazione del neoconsigliere regionale pugliese di Fi Aldo Aloisi, Tajani ha detto.

“In Puglia c’è un problema legato alla velocità, serve l’alta velocità e c’è un problema legato allo sviluppo dei porti: Dio ce ne liberi e scampi dalla vendita del porto di Taranto

ai cinesi come ha detto l’onorevole Di Maio. Significa avere un’altra invasione cinese dopo il coronavirus, arriverebbero tutti gli strumenti contraffatti. Quindi non abbiamo alcuna intenzione di sostenere eventuali vendite di porti italiani, non è quello il modo per rilanciare la regione Puglia, bisogna lavorare sull’impresa, agricoltura, il settore ortofrutticolo è tra quelli che sta soffrendo di più e avere anche un sistema di infrastrutture, anche digitali, per rendere più competitivo il territorio”