Tajani: soldi reddito cittadinanza per bonifica ambientale Taranto

Bar

Roma, 5 nov. (askanews) - "Invece di aiutare le imprese e chi crea posti di lavoro si investono miliardi per il reddito di cittadinanza, soldi che vanno a finire anche a delinquenti e camorristi". Lo ha affermato il vicepresidente di forza Italia, Antonio Tajani, nel corso di una conferenza stampa sul caso della rinuncia di ArcelorMittal alla gestione del'ex Ilva di Taranto. "Soldi - ha spiegato - che potevano essere utilizzati per ridurre il cuneo fiscale ma anche per la bonifica del territorio tarantino, in aggiunta ai soldi già investiti da ArcelorMittal".

A giudizio dell'esponente azzurro "si può fare politica industriale, tutela della salute e politica ambientale. Il nostro interesse è creare posti di lavoro con una industria non inquinante".

"La tutela della salute dei tarantini - ha detto ancora Tajani - per noi è un'altra priorità, lavoro e salute hanno lo stesso peso. Bisogna lavorare in un ambiente sano. C'è una percentuale troppo alta di morti per tumore in quella città. Chiudere l'Ilva significa non risolvere il problema dell'inquinamento".