I talebani vietano alle donne i viaggi senza un parente uomo

·1 minuto per la lettura
A woman wearing a burqa walks past street vendors in Kabul on December 19, 2021. (Photo by Mohd RASFAN / AFP) (Photo by MOHD RASFAN/AFP via Getty Images) (Photo: MOHD RASFAN via Getty Images)
A woman wearing a burqa walks past street vendors in Kabul on December 19, 2021. (Photo by Mohd RASFAN / AFP) (Photo by MOHD RASFAN/AFP via Getty Images) (Photo: MOHD RASFAN via Getty Images)

Ennesimo passo indietro per i diritti delle donne in Afghanistan: i talebani hanno annunciato che d’ora in poi dovranno essere accompagnate da un uomo della propria famiglia per gli spostamenti oltre 72 chilometri. “Le donne non potranno allontanarsi oltre 45 miglia (72 chilometri) se non sono accompagnate da un membro della famiglia”, ha spiegato un portavoce del ministero per la Promozione della virtù e la prevenzione del vizio, che ha pubblicato la nuova direttiva.

La raccomandazione, che già circolava sui social, invita inoltre gli autisti a non accettare donne sui loro veicoli se non indossano il “velo islamico”, senza tuttavia precisare quale tipo di velo. Alcune settimane fa, lo stesso dicastero aveva chiesto alle televisioni del Paese di non mandare più in onda serie in cui recitano donne e di imporre il “velo islamico” alle giornaliste che vanno in onda. I talebani non hanno precisato cosa intendono precisamente per “velo islamico”, cioè se si tratta di un semplice velo, già indossato dalla maggior parte delle donne afghane, oppure di qualcosa di più.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli