Talent Garden presenta il properio campus EduTech Challenges

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 15 nov. (askanews) - Talent Garden - player europeo nella Digital Education - presenta EduTech Challenges, il 22 e il 23 novembre nel proprio Campus di Roma (Via Ostiense, 92). Il progetto delle due giornate è nato la scorsa primavera nell'ambito della Conference on the Future of Europe (promossa dal Parlamento, dalla Commissione e Consiglio europei). I lavori saranno interamente dedicati ad una delle più cruciali e complesse sfide che attende individui, scuole e università, aziende e governi per affrontare il futuro: l'impellente necessità di ripensare l'offerta formativa mettendo al centro le competenze digitali imprescindibili per capire, anticipare e governare la trasformazione digitale in atto e a rispondere ai bisogni di un mercato del lavoro in continua evoluzione. Uno sforzo enorme, che richiede una partnership tra governi, aziende, startup, università e player della formazione per preparare ognuno di noi.

Un'urgenza che nasce dall'incessante accelerazione digitale, dalla costante nascita di nuove figure professionali che impongono lo sviluppo di know how sempre più tecnico per mantenere la competitività. Secondo un recente studio condotto da EIT Digital (European Institute of Innovation and Technology), il 58% dei datori di lavoro afferma che trovare persone con le giuste competenze è diventata la loro sfida più importante. A livello europeo ci sono centinaia di migliaia di posti di lavoro che non possono essere occupati perché mancano le competenze digitali. Inoltre, sulla base degli obiettivi digitali definiti dalla Commissione Europea all'interno della Digital Compass 2030, entro il 2030 solo il 64% della popolazione avrà le competenze digitali di base (meno 16 punti percentuali dall'obiettivo) e solo 13,3 milioni di specialisti digitali occupati (meno 6,7 milioni dall'obiettivo).

Disoccupazione, soprattutto giovanile da una parte e migliaia di posti di lavoro richiesti dall'altra. Il rischio di molti licenziamenti nel prossimo futuro e la difficoltà di reinserirsi nel mondo del lavoro a un'età più avanzata. La sfida educativa, di cui si parla troppo poco nel nostro paese è in realtà il tema cruciale per l'inclusione sociale e per costruire un futuro industriale del nostro paese dove le aziende possano trovare i talenti che cercano e rimanere competitive grazie a un capitale umano sempre aggiornato alle necessità del business. Partendo quindi dal punto di osservazione internazionale di Talent Garden sull'innovazione e sulla digital education, passando per le analisi di accademici e associazioni, fino alle esperienze di grandi Corporate, le visioni di giovani startup sulla formazione, e le evidenze dello studio The Power of Reskilling del knowledge partner McKinsey, l'evento punta a stimolare un costruttivo confronto tra tutti i player in gioco nella filiera della formazione e del lavoro. L'obiettivo è di raccogliere in un White Paper finale le più utili e aggiornate linee guida e best practice per ripensare la missione dei CEO e delle Risorse Umane nella realizzazione delle strategie di crescita delle persone e, quindi, delle aziende e delle economie. Un documento di indirizzo che sarà presentato come contributo dell'Italia alla Conference on the Future of Europe. "In un momento di grandi cambiamenti e una possibile crisi alle porte, investire in educazione è l'unico investimento per costruire il futuro del nostro paese" commenta Lorenzo Maternini VicePresidente e CoFounder di Talent Garden, "non è solo una sfida del governo ma anche delle grandi aziende del nostro paese, delle startup e di tutti noi. Pensare alla formazione oggi, non solo per i giovanissimi ma soprattutto per i professionisti di tutte le età è l'unico modo per preparare il paese al futuro. Questa due giorni di tavoli di lavoro e con speaker da tutta Europa vuole essere un momento di riflessione importante con i CEO e capi HR sul futuro del paese". Tra i numerosi ospiti Marya Gabriel, Commissario Europeo per l'Istruzione, la Cultura, Il Multilinguismo e la Gioventù, Ganesh Yoganathan, CIO Modul University, John King, Higher Education & Sales Director VictoryXR e Vincenzo di Nicola, Responsible for Technological Innovation and digital transformation, INPS.