Tampon Tax, convegno in Senato: “Bene intervento governo ma obiettivo è scendere al 4%”

·2 minuto per la lettura

Nello scenario della Biblioteca del Senato società civile e forze politiche sono tornate a parlare di tampon tax, in un convegno organizzato da Coop in collaborazione con il collettivo Onde Rosa, l’associazione Tocca a Noi e la piattaforma Change.org. Nei giorni scorsi il Governo ha annunciato l’abbassamento dell’aliquota Iva dal 22% al 10% per gli assorbenti, ma l’obiettivo rimane il 4%. La petizione digitale svoltasi su Change.org ha raggiunto 650mila firme, cui si sommano le oltre 79mila raccolte in presenza da soci e volontari Coop in una rete di 260 punti vendita dislocati in 221 comuni. Tra i presenti anche la ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti: “E’ un’iniziativa importante, sono contenta di trovare qui tante giovani donne impegnate in prima persona per una battaglia giusta, una battaglia di civiltà che ha avuto finalmente una risposta importante”. L’Ad di Coop Italia Maura Latini ha tracciato la linea per il futuro: “Le ingiustizie quando ci sono vanno sanate per intero. Oggi è un momento di confronto, racconto e gioia ma anche di rilancio perché la battaglia non è finita: lavoreremo perché il governo ci ascolti e faccia l’ultimo passo. Lavorare insieme produce grandi cose, per Coop è un modo che deriva dalla nostra ragione sociale, con i nostri 57 mila dipendenti. Siamo un grande datore lavoro al femminile: il 70% dei nostri colleghi che lavorano ai punti vendita sono donne”. Martina Pieri di Change.org ha ribadito come l’obiettivo finale non è cambiato: “Il governo ha detto che nella prossima Manovra abbasserà l’Iva al 10%. E’ un buon traguardo ma non è ciò che veniva richiesto: si può fare uno sforzo ulteriore per abbassare l’Iva al 4% e farlo diventare un bene essenziale”. Al termine del convegno a piazza della Minerva è andata in scena una street dance per sensibilizzare sul tema e incentivare alla firma sulla petizione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli