Tangenti in Lombardia, gip: Zingale deve restare in carcere

(Segue)

Milano, 25 nov. (askanews) - Giuseppe Zingale resta in carcere: il gip di Milano, Raffaella Mascarino, ha infatti rigettato la richiesta di scarcerazione presentata nei giorni scorsi dai legali dell'ex direttore generale di Afol (ente per l'impiego della città metropolitana milanese) arrestato il 14 novembre scorso nell'ultimo filone dell'indagine ribattezzata "Mensa dei Poveri". Il giudice, stando a quanto si è appreso in ambienti giudiziari milanesi, ha deciso di non concedere la revoca della misura cautelare a Zingale, accusato di corruzione, alla luce di un nuovo elemento nel frattempo emerso dagli atti di indagine: la presenza di un banchetto di un patronato in uno dei centri dell'impiego gestiti da Afol nel Milanese. Zingale, che ha deciso di rinunciare al ricorso al Tribunale del Riesame, è comunque pronto a chiarire e proprio per questo ha chiesto un interrogatorio davanti ai pm.