Tangenti in Lombardia, Pietro Tatarella va ai domiciliari

Mch

Milano, 22 ago. (askanews) - Il tribunale del Riesame di Milano ha accolto il ricorso dei difensori di Pietro Tatarella e ha dato il via libera ai domiciliari per l'ex consigliere comunale di Forza Italia, arrestato lo scorso 7 maggio nell'ambito di un'inchiesta sulla corruzione in Lombardia. Lo conferma l'avvocato Luigi Giuliano che insieme alla collega Nadia Alecci coordina la difesa dell'ex politico milanese.

Tatarella, si apprende, trascorrerà i domiciliari a casa sua, a Milano. Lascerà il carcere di Busto Arsizio (Varese) già oggi in serata. Gli avvocati hanno comunicato la notizia ai genitori di Tatarella che lo andranno a prendere nel pomeriggio dopo quasi quattro mesi di custodia cautelare in carcere.