"Tanta paura, si muoveva tutto", il racconto di una testimone a Tirana

webinfo@adnkronos.com

di Assunta Cassiano 

"E' stata una scossa forte e lunga, si muoveva tutto. In preda alla paura e al panico siamo corsi in strada". Questo il racconto all'Adnkronos di Aida, italiana di origine albanese, da Tirana. "Qui fortunatamente non ci sono stati danni importanti a differenza di Durazzo e dei paesi vicini dove ci sono stati diversi crolli", aggiunge. 

"Noi siamo al primo piano - racconta Aida che in questi giorni si trova nella capitale albanese in visita alla sua famiglia - e appena sentita la scossa abbiamo preso i miei nipoti di due e sette mesi e siamo andati in strada. E qui restiamo al momento perché le repliche, seppur più brevi e meno intense, continuano". Nella stessa zona lo scorso settembre c'era stato un altro terremoto di magnitudo 5.6. "Era il 21 settembre e poche ore prima della scossa era nato mio nipote - ricorda Aida - portato subito fuori dall'ospedale insieme mia sorella. Oggi siamo tornati a rivivere quella paura".