Tappeto di sacchetti della spesa a Iglesias: un regalo per i poveri

iglesias sardegna poveri

Sardegna all’insegna della solidarietà. Per Natale, a Iglesias, gli abitanti regalano la loro spesa ai cittadini più bisognosi, riempiendo via Azuni di doni. Le foto che hanno fatto il giro del web: “Queste immagini riscaldano il cuore. Dovremmo donarci con più Amore”.

Tappeto di sacchetti

In Sardegna il Natale si tinge di solidarietà. A Iglesias, in via Azuni, una sorpresa ha accolto gli abitanti più bisognosi della città: centinaia di sacchetti contenenti pasta, pane e altri generi alimentari sono stati lasciati lungo il tappeto rosso del quartiere. Un regalo donato dai loro concittadini per passare le festività con un sorriso e dove le foto della via hanno riempito velocemente il web. Fonti del Comune hanno confermato l’ufficialità della foto, rassicurando che già nella giornata di domenica 22 dicembre tutte le buste sono giunte a destinazione, per rendere il Natale delle persone meno abbienti più felice. Un’immagine condivisa da tantissimi utenti Facebook, e che ha sottolineato il grande spirito di solidarietà del piccolo paesino Sardo composto da poco più di 26mila persone.

Tanta solidarietà

“Non è spazzatura ma sacchetti con regali per le persone bisognose. Queste immagini riscaldano il cuore”, si legge in uno dei commenti. “Dovremmo donarci con più Amore”, sottolinea un altro condividendo la foto dei sacchetti sul tappeto. Quest’ultima è però una delle tante iniziative pensate dal Comune per questo Natale 2019, una lunga serie di eventi iniziata presso il Centro Culturale comunale con i volontari delle varie associazioni impegnati nella raccolta alimentare tra le varie scuole insieme ai loro studenti. Ragazzi che hanno portato anche numerosi doni ai bambini del Cto di Iglesias ricoverati nel reparto di Pediatria. “È stata un’esperienza molto emozionante – ha affermato una delle insegnanti all’Unione Sarda – da mesi stiamo seguendo un percorso legato alla gentilezza e alla condivisione, i bambini hanno messo il cuore in questa iniziativa”.