Taranto, ArcelorMittal: “Tornerà immunità penale”. Di Maio: “È falso”

Di maio ArcelorMittal

ArcelorMittal, che ha acquisito lo stabilimento ex Ilva di Taranto, annuncia che il governo sarebbe pronto a varare una legge per ripristinare l’immunità penale. A stretto giro, però, arriva la smentita del ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio.

ArcelorMittal: “Presto tornerà l’immunità penale”

ArcelorMittal ha ricevuto rassicurazioni dal governo su un nuovo provvedimento per ripristinare l’immunità penale per lo stabilimento di Taranto“, annuncia durante la conference call sui conti il direttore finanziario dell’azienda che ha acquisito l’impianto siderurgico ex Ilva.

“Devo dire – ha quindi aggiunto – che il governo è stato molto costruttivo con noi e sta lavorando a una nuova legge che ripristini l’immunità”. “Sono al lavoro, – sottolinea ancora – non sappiamo esattamente quando il provvedimento sarà legge ma ci hanno dato indicazione che sarà prima della scadenza d’inizio settembre“.

Luigi Di Maio: “Mai con me al governo”

A stretto giro però è il ministro per lo Sviluppo economico in persona a smentire tale informazione. “A Taranto abbiamo abolito l’immunità penale che aveva introdotto il PD. Proteggeva chi gestiva quello stabilimento anche in caso di responsabilità da morti sul lavoro o disastri ambientali. Oggi qualcuno ha detto che l’immunità tornerà. E’ falso” dichiara infatti su Twitter Luigi Di Maio.

“Quella norma mostruosa non tornerà mai più” assicura quindi il vicepremier pentastellato. “Chi è responsabile della morte sul lavoro di un operaio o decide di non mantenere gli impegni presi sugli adeguamenti ambientali, d’ora in poi pagherà. Sempre. Se ne facciano una ragione tutti” promette infine il leader del MoVimento 5 Stelle.