Taranto, in fiamme dieci ettari di macchia mediterranea

Incendio sul litorale di Taranto, evacuata una decina di famiglie

Paura a Taranto, dove nel pomeriggio del 22 luglio un incendio di vaste dimensioni è divampato nei pressi del litorale, distruggendo almeno una decina di ettari di macchia mediterranea. Il rogo si è sviluppato tra il Lido Silvana e il Lido Checca rendendo necessario l’intervento di diverse squadre dei Vigili del Fuoco provenienti dai distaccamenti di Taranto e di Manduria. La colonna di fumo generatasi dall’incendio, alimentato dai venti provenienti da Nord, ha inoltre costretto i bagnanti ad allontanarsi dalle spiagge vicine.

Taranto, incendio nei pressi del litorale

Sono al momento sconosciute le cause dell’incendio, segnalato alle autorità competenti intorno alle ore 15:45 e che ha richiesto l’evacuazione di una decina di famiglie presenti nella zona interessata dal rogo. Al fine di spegnere le fiamme, alimentate dai forti venti provenienti da Nord, sono intervenuti anche due Canadair della Protezione Civile. La stessa Protezione Civile tarantina sta inoltre fornendo costanti aggiornamenti sull’evoluzione dell’emergenza: “L’ incendio in atto sulla litoranea è a ridosso delle spiagge, si sta cercando in tutti i modi di circoscriverlo, giunti sul posto numerosi mezzi dei vigili del fuoco”.

Sull’incendio è intervenuta anche la locale sezione di Legambiente, che con un post pubblicato sulla propria pagina Facebook ha dichiarato: “L’incendio di oggi alla marina di Taranto ha distrutto diversi ettari di macchia mediterranea. Chiediamo che si individuino al più presto le eventuali responsabilità, ma soprattutto ci si attivi subito per restituire all’area la bellezza perduta”.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.