Taranto, Fim-Cisl: anomalia nel sistema sicurezza gru A.Mittal

Red/Cro-Mpd

Roma, 4 gen. (askanews) - La Fim Cisl di Taranto denuncia in una nota "anomalie sugli anemometri delle gru, chiedendo contestualmente la verifica su tutte le gru degli sporgenti". La segnalazione, già effettuata due giorni fa non ha avuto riscontro come sottolinea una nota: "purtroppo ad oggi, a distanza di 48 ore dalla segnalazione, riscontriamo che tali anomalie continuano a persistere. Nella giornata di ieri, durante il secondo turno il CM1 è stato fermato, poiché le segnalazioni delle operatori hanno confermato la presenza delle già evidenziate anomalie. Cosa ancor più grave - si legge - è accaduta, sempre nella giornata di ieri, al terzo turno: dopo la segnalazione degli operatori al capoturno del reparto Ima 1, lo stesso decideva - senza alcuna autorizzazione - ad esercire sulla Gru sostituendo di fatto gli operatori. Riteniamo inaccettabile e inqualificabile l'atteggiamento del capo turno in oggetto, in quanto, nonostante le varie segnalazioni e le denunce fatte dalla scrivente e alla luce dei tragici eventi verificatisi in loco - ultimo quello del 10 luglio 2019 - è costume consolidato continuare a pensare che le segnalazioni fatte, in termini di sicurezza, dagli operatori o dalle Organizzazioni Sindacali siano solo pretesti per non svolgere la propria attività e che, inoltre, il rispetto delle pratiche operative valga solo per gli operai ma non per i preposti. In merito a quanto descritto richiediamo un incontro urgente finalizzato alla risoluzione delle problematiche descritte e, nello stesso tempo, affinché si ponga fine a tali atteggiamenti superficiali".