Tarascon: Premio Balzan un onore, promuovo causa sostenibilità

·1 minuto per la lettura
featured 1541514
featured 1541514

Roma, 19 nov. (askanews) – “Questo premio rappresenta un grande onore per me, è molto prestigioso e riconosciuto”. E’ orgoglioso Jean-Marie Tarascon, premio Balzan 2020 per ‘sfide ambientali: scienza dei materiali per le energie rinnovabili’.

“Sono rimasto un po’ sorpreso quando l’ho ricevuto e mi sono arrivati molti complimenti da tutti i colleghi del College de France e in generale dal mondo accademico. E’ un premio molto celebre ed è importante perché non solo riconosce ciò che stai facendo nell’ambito scientifico, va oltre e tocca anche altri aspetti. Lega idealmente la scienza alla vita umana”.

“Penso che mi si sta conferito perché lavoro in ambito scientifico, ma anche per unire le persone e promuovere la causa della sostenibilità. La ricerca sulle batterie e sul cambiamento climatico, sulla trasformazione energetica sono fondamentali ed è necessario che le persone affrontino questa emergenza e lo facciano con coraggio.

“Ho un background di chimica e tento di usare materiali e a inizio carriera lavoravo con materiali superconduttori, che possono trasportare elettricità senza avere effetto Joule o di surriscaldimento. Poi sono passato alle batterie perché ero molto preoccupato da questo nuovo mondo che volevamo creare, con EVs e connessi. Pensavamo all’inquinamento e alla qualità dell’aria. Le domande erano: possiamo creare battere migliori? Più sostenibili? Più pulite? Più efficienti? Questo è più meno quello per cui ho speso gli ultimi 15-20 anni della mia vita”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli