Tarme della farina come alimento, ok dell'Ue

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Flour in a bag on the table and spikelets.
Flour in a bag on the table and spikelets.

Per la prima volta arriva il via libera dall'Ue alla commercializzazione di un insetto come alimento. Si tratta delle cosiddette "tarme della farina", nello specifico delle larve gialle essiccate del tenebrione mugnaio, che potranno essere consumate intere come spuntino oppure in qualità di ingrediente di vari prodotti alimentari, dalla farina ai biscotti alla pasta

GUARDA ANCHE: Mangiare gli insetti fa davvero bene?

Gli Stati membri - a seguito di una rigorosa valutazione scientifica da parte dell'Easa - hanno approvato la proposta della Commissione europea, che consente l'uso di questi vermi essiccati come alimento per l'uomo.

L'autorizzazione stabilisce requisiti di etichettatura specifici per quanto riguarda l'allergenicità, visto che l'Efsa ha indicato che il consumo dell'insetto può portare a reazioni ai soggetti con allergie preesistenti a crostacei e acari della polvere.

LEGGI ANCHE: La Cina elimina i cani dalla lista degli animali commestibili

La decisione formale della Commissione europea sarà adottata nelle prossime settimane e fa parte della strategia "Farm to Fork". Il piano d'azione Ue 2020-30 per i sistemi alimentari sostenibili identifica gli insetti come una fonte di proteine a basso impatto ambientale che possono sostenere la transizione 'verde' della produzione alimentare Ue. 

Milioni di persone nel mondo consumano già insetti ogni giorno. L'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (Fao) qualifica gli insetti come una fonte di cibo sana e altamente nutriente, ricca di grassi, proteine, vitamine, fibre e minerali. Al momento, sono undici le domande per insetti come nuove alimenti all'esame dell'Efsa.

LEGGI ANCHE: Mangiare meduse fa bene? L'originale ricetta poco calorica