Tassista picchiato a Roma, la figlia: “Nessuno è intervenuto”

Tassista picchiato a Roma

I suoi clienti non volevano pagare la corsa di 20 euro e per ciò lo hanno aggredito e picchiato: questo quanto successo ad un tassista di 62 anni a Roma, ferito e costretto a recarsi in ospedale per medicarsi.

Tassista picchiato a Roma

Roberto Chiacchierini, questo il nome della vittima, aveva accompagnato tre giovani nella zona dell’Ostiense intorno alle 2:30 di notte. Una volta arrivati a destinazione, costoro si sono però inizialmente rifiutati di pagare i 20 euro di corsa. Dopo varie discussioni, alla fine gli hanno dato i soldi ma, una volta che lui è sceso per dargli il resto, l’hanno colpito al volto provando a togliergli il denaro dalle mani. Non riuscendoci, sono scappati lasciando il tassista a terra ferito.

Il dettaglio che la figlia ha denunciato, parlando ai cronisti, è il fatto che nessuno sia intervenuto per difendere suo padre nonostante l’aggressione sia avvenuta in una strada dove erano presenti diverse persone. Questa la sua denuncia: “Roberto è un padre di famiglia come tanti che lavora onestamente per portare la pagnotta a casa ma che deve anche fare le spese con questi criminali. Poi però se ci si difende e ci scappa un ferito o un morto allora si passano pure i guai. Oltre il danno pure la beffa. Una assurdità“.

Soltanto dopo l’episodio si sarebbe infatti avvicinato qualcuno per soccorrerlo. Una volta tornato a casa a Spinaceto, la moglie lo ha poi portato all’ospedale Sant’Eugenio per medicare le ferite al volto. L’uomo non ha ancora denunciato l’accaduto alle forze dell’ordine ma è intenzionato a farlo presso il commissariato della zona.