Tate Modern, il bambino precipitato è fuori pericolo: spinto da 17enne

Londra bambino Tate modern

È stato dichiarato fuori pericolo il bambino precipitato dal decimo piano della terrazza della Tate Modern Art Gallery, il famoso museo di arte contemporanea di Londra. La notizia è stata diffusa dai media britannici. Il bimbo è caduto sul tetto del quinto piano dell’edificio dopo un volo di diversi metri. I medici dell’ospedale in cui è stato ricoverato hanno dichiarato che le lesioni riportate sono gravi ma che le condizioni del giovanissimo paziente al momento appaiono stabili.

Tate Modern, bambino fuori pericolo

Continuano, nel frattempo, le indagini della polizia di Londra per ricostruire quanto accaduto al bambino precipitato dalla Tate Modern. Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni, sembra che il responsabile del folle gesto sia un ragazzo di 17 anni che avrebbe gettato il minore oltre il limite della terrazza. Ancora ignoto il movente, ma l’ipotesi più avvalorata al momento è che si sia trattato del gesto di uno squilibrato. Alcuni testimoni hanno infatti dichiarato di averlo visto avvicinarsi con fare sospetto ad altri bambini presenti nel museo, particolarmente affollato da londinesi e turisti nel pomeriggio della prima domenica di agosto. Al momento dell’arresto, il 17enne avrebbe incolpato confusamente “i servizi sociali“.

I media britannici riferiscono inoltre che il giovane è stato colpito al volto da un testimone subito dopo aver spinto il bambino giù dalla terrazza. Per evitare ulteriori aggressioni, dato l’alto rischio di linciaggio, il personale di sicurezza della Gallery ha dovuto nascondere il 17enne in un bagno fino all’arrivo della polizia.