Tav, Airola confonde spese con la Francia, collega gli suggerisce

Roma, 7 ago. (askanews) - "Sarebbe molto meno dispendioso ammodernare l'esistente, prima di impegnarci in una ripartizione iniqua delle spese con la Francia su cui il presidente Conte potrebbe anche intervenire perché i francesi pagheranno per i loro 45 chilometri un miliardo più o meno, mentre loro per i 12,5 chilometri pagheranno un miliardo, noi, no scusate è il contrario. I chilometri sono italiani, l'Italia paga due terzi, 4 miliardi, scusate 45 chilometri sono francesi e l'Italia paga 4 miliardi per i chilometri francesi, mentre l'Italia per i suoi 12 ne paga uno, si potrebbe ripartire, riprendendo il discorso con Macron, anche se Macron dice che con gli italiani non ha tempo da perdere": il senatore del Movimento 5Stelle Alberto Airola, intervenendo nella discussione prima del voto delle mozioni sulla Tav, confonde le cifre riguardanti la ripartizione delle spese tra Italia e Francia per la realizzazione dell'opera e una senatrice seduta nei banchi subito dietro di lui, gli suggerisce prontamente i dati corretti.

"A chi diceva che siamo contro il Tav, non è vero, io lo prendo sempre, vorrei una Tav Roma-Matera per esempio", ha concluso il senatore piemontese tra gli applausi.